19

Il Mito Ferrari

Un mito come quello Ferrari non puo' che nascere dalla passione di un uomo, Enzo Ferrari, per i motori e le competizioni sportive.

Enzo Ferrari e' nato a Modena il 18 febbraio 1898. Nel 1919 ha esordito come pilota alla Parma-Berceto. Nel 1920 e' diventato collaboratore tecnico dell'Alfa Romeo in qualita' di collaudatore, pilota, collaboratore commerciale e infine direttore del reparto Alfa-Corse. 

Nel 1929 ha fondato a Modena la "Scuderia Ferrari", società sportiva con l'intento di far correre i soci e che e' diventata successivamente una filiale tecnico-agonistica dell'Alfa Romeo. 

Nel 1940 la scuderia Ferrari si e' distaccata dall'Alfa Romeo e viene data vita a Modena ad una vera e propria industria chiamata 'Auto-avio-costruzioni' che produceva solo accessori oleodinarnici e componenti meccanici per l'aeronautica, (per contratto 'ufficialmente' non poteva costruire automobili), ma in 'privato' Enzo Ferrari continuava a dedicarsi alla sua grande passione che era appunto la costruzione di auto da corsa che aveva (nel 1943 intanto l'intera fabbrica era stata trasferita a Maranello). 

Nel 1947, quando i vincoli imposti dal contratto erano scaduti, esordì con una sportiva da lui progettata, e guidata da CORTESE primo pilota ufficiale Ferrari, e dopo un primo insuccesso, vinse la prima gara ufficiale il 25 maggio dello stesso anno sul circuito dì Caracalla a Roma.

Nel 1950 la scuderia Ferrari partecipa al primo campionato del mondo di formula uno, ed e' l'unica scuderia ad aver partecipato a tutti i successivi campionati.

Hanno contribuito a rendere grande il nome della Ferrari piloti come Alberto Ascari, Juan Manuel Fangio, Mike Hawthorn, Phil Hill, John Surtees, Niki Lauda, Jody Scheckter e Michael Schumacher.

La Ferrari ha ottenuto fino ad oggi (campionato 2001) 147 successi in formula uno, ha vinto 11 campionati piloti e 11 campionati costruttori. La Ferrari e' l'unica vera scuderia costruttrice di automobili in quanto a differenza delle altre scuderie, costruisce sia i motori che il telaio.

Il 14 agosto 1988 Enzo Ferrari viene a mancare all'affetto dei suoi cari e degli innumerevoli tifosi, ma il mito Ferrari continua ad esistere...

Da notare che il marchio Ferrari e cioè il "Cavallino Rampante" ha una curiosa origine: Infatti Francesco Baracca, eroe dell'aeronautica militare della prima guerra mondiale (nato il 1898 e morto il 1918 in combattimento), usò il cavallino rampante sul suo aereo.
Molti anni dopo la sua morte, la vedova, permise a Enzo Ferrari, amico dell'eroe, che il cavallino divenisse il simbolo della casa di Maranello. Il colore rosso era delle macchine italiane sportive e Enzo Ferrari lo aveva mantenuto.